alchimista

Io non consumo

Io non consumo

Il cliente non ha sempre ragione. Ma considerarlo il disumano ingranaggio di una catena di montaggio è l’opposto a cui nessun esercente dovrebbe puntare. Siccome non mi piace fare cattiva pubblicità, almeno non pubblicamente, non farò il nome del bar da dove sono stato praticamente cacciato, nemmeno tanto garbatamente, perché stavo occupando un tavolo da …

Io non consumo Leggi altro »

Un “alchimista” mi ha salvato dalla noia

“Ordinarie follie” (biellesi) di Edoardo Dantonia Esistono luoghi di comunione fisica e spirituale veramente insospettabili. Al sentir parlare di comunione e spirito, infatti, vengono in mente cose come chiese e templi, o al limite silenziose biblioteche e solenni musei. Pare cioè che per entrare in contatto con gli altri esseri umani debba regnare un austero […]

Torna su