Testata

Le nostre pubblicazioni

Di prossima uscita

Ciò che resta dell'humano

“Vogliamo pensare l’umanesimo, e vogliamo pensarlo ora, per il nostro tempo, per il nostro presente. Non l’essenza dell’uomo, la sua struttura o la sua storia – l’umanesimo non è un’antropologia.”

Vogliamo investigare quel particolare rapporto con i testi (con «il significante», come diremo) che caratterizza in profondità una proposta umanistica.

L’umanesimo ci sottopone la questione del testo e dei testi, la questione della lettera: per questo abbiamo scritto «humano». Esso è una questione urgente, l’humano cioè è minacciato: ecco che si profila all’orizzonte una nuova barbarie, una barbarie dal volto pulito e ben rasato, la barbarie dell’inglese, dell’informatica e dell’impresa.

Matteo Bergamaschi

I nostri ultimi articoli

La Famiglia tra denaro-debito, tasse esose e partitocrazia: il movimento distributista
Convegni

La Famiglia tra denaro-debito, tasse esose e partitocrazia: il movimento distributista

Schegge Riunite – The Sparklings al Movimento Distributista con Samuele Baracani. Lo scopo della conferenza è confrontare il programma economico-sociale e politico delle due associazioni, con uno sguardo alla …

Leggi →
Il gatto e il banjo
Problemi di Traduzione

Il gatto e il banjo

La premessa essenziale di questa breve testimonianza è che io non sono un traduttore, vale a dire che non lo faccio di mestiere. Non che …

Leggi →
Del bene e del male, dialogo II: Baldr e Loki
Pubblicazioni

Del bene e del male, dialogo II: Baldr e Loki

Loki: Che hai da sorridere, rinchiuso nelle profondità della Terra, fra le radici di Yggdrasil? La sventura ti ha reso folle? Devo ancora abbatterti, ridurti …

Leggi →

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere aggiornato su tutte le novità a cui stiamo lavorando!

Torna su