9c08fd764729d1d794ffeba2f553f8
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

Versi liberi, versi sciolti
Per il popolo, per i colti,
Che sian dritti oppure storti,
Un po’ lunghi e un po’ corti.

Di morali sian latori,
Di sollazzi portatori,
Da leggere ai figlioli
O da recitar da soli.

Con penna o con matita,
Od anche con le dita
O guisa più gradita.

Poco conta come:
Tempo, posto o nome,
Rime non sian dome.

Ma una cosa
Io urlo a iosa:
Perisca prosa!

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su reddit

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere aggiornato su tutte le novità su cui stiamo lavorando!

Torna su