La profondità e l’inganno

fire-1246522_1920
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

Nulla di più facile che essere profondi; è la superficialità che è la via stretta. Quella superficialità per cui si può gustare la dolcezza di un’arancia senza parlare di filosofia, per cui si può godere del volo di un’ape dimenticando un istante la teologia, per cui la musica è bella anche quando non se ne coglie esplicitamente il significato recondito e definitivo; quella superficialità per cui, una volta rientrati a casa stanchi, una sedia diventa la cosa più bella del mondo; quella superficialità che la gente comune chiama gratitudine.

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su reddit

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere aggiornato su tutte le novità su cui stiamo lavorando!

Torna su