La diffusa stupidità odierna

Flatline
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

La diffusa stupidità odierna (ma potremmo ben dire m’odierna, visto che è intrinseca al processo dissolutivo della verità nella modernità) si mostra in modo particolarmente limpido nell’incapacità dell’interlocutore di comprendere l’analogia, che è rapporto di elementi simili in oggetti diversi.

Talché subito l’attenzione viene portata sugli elementi dissimili, con violenta ribellione dell’interlocutore che non comprende il nesso analogico in quanto tale ed esclama “Non c’entra niente!”.

Questo rende impossibile dialogare oltre un certo livello con la maggior parte degli esseri umani, fungendogli l’ignoranza colpevole dello strumento analogico da dispositivo impediente la correzione delle proprie errate opinioni. Senza analogia non si può pensare, e in tempi di libero pensiero, il falso dogmatismo doveva pur trovare le proprie scuse, e le ha trovate nell’ignoranza deliberata e indebellabile di chi non sa di non sapere, e non lo vuole sapere.

“Pensare è esagerare”, secondo Ortega y Gasset, frase che ben si applica all’analogia. Ad oggi evidentemente rischi di esagerazione non ce ne sono: calma piatta, come l’encefalogramma.

 

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su reddit

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere aggiornato su tutte le novità su cui stiamo lavorando!

Torna su