Un classico ogni trenta giorni

Giorno(s)

:

Ore(s)

:

Minuto(i)

:

Second(s)

scheggeriunite@gmail.com

Er Rasoio

La lingua taja e cuce
quella biforcuta maledice
colpisce ar core e uccide
come lancia che divide

Artista de parola velenosa
contaggia tutto ‘ndo se posa
Smielata ruffiana se serve
se move scivola come larve

A vorte, si nun sbajo
è mejo de ‘n rasoio
affilata assai precisa
ariva ‘ndo vo’, va decisa

Lingua o spada tanto è uguale
se usa spesso pè fa male
sta a te daje giusto verso
po’ racchiude l’universo

La lingua quanno è pura
parla chiaro, senza paura
dice e spiega senza vergogna
parla in faccia e poi sogna

NeoPasquino

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!

X
Poesia Er Rasoio