Un classico ogni trenta giorni

Giorno(s)

:

Ore(s)

:

Minuto(i)

:

Second(s)

scheggeriunite@gmail.com

 

Adgnosco veteris vestigia flammae,
Donna che amai, donna che ammiro,
E seppur non più arde
Questo mio petto ingrato,
Con gioia, lieta amica, ti rimiro.
Oh, luminosa pieta
Fu quella che ti pose al mio cammino
A ravvivar del petto mio la pietra.

D’infelice amor dolce faretra
Forse scelto strale ancor trattiene,
Ch’una pena diversa mi conceda;
E allor tu mi veda,
Felici entrambi dell’altrui destino,
Stretto alla donna che amerò:
Orgogliosa tu sia che non son perso,
Per il tuo dono d’un gentile sguardo,
Donna che nel viso porti il sole,
Con cui dal fango mesto mi traesti.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!

X
Mama non Lama Ad una donna beatrice