Home / Poesia / Mama non Lama / Aria di marzo

Aria di marzo

Aria di marzo

E primavera

Che m’incanti il cuore a danzar;

Aria frizzante,

Aria sincera,

Sole che cuoci nel cuoio i miei piè,

Verde che nasce,

Verde che spera,

In una pioggia che gli dia respir;

Aria di campo

E cittadina,

Che già rendi leggero il mio andar;

Aria stregata,

Aria divina,

Che una gioia sobilli nel sen;

Ed il peso del giorno che arriva

Già il tepore lo porta lontan;

Ed il mondo che va alla malora

E che crolla ogni istante un po’ più

Non val certo il gaudio d’un’ora

Di quest’aria che danza con me.

About Samuele Baracani

mm
Samuele Baracani: nato nel 1991, biellese, ma non abbastanza, pendolare cronico, cresciuto nelle peggiori scuole che mi hanno avviato alla letteratura e, di lì, allo scrivere, che è uno dei miei modi preferiti per perdere tempo e farlo perdere a chi mi legge. Mi diletto nella prosa e nella poesia sull'esempio degli autori che più amo, da Tasso a David Foster Wallace. Su ispirazione chauceriana ho raccolto un paio di raccontini di bassa lega in un libro che ho intitolato Novelle pendolari.

Leggi anche

Sproporzione

Un gelido scontento S’arrocca nel mio petto e affonda Ogni artiglio cruento Abbrividendo mortale il …

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!